barzellette

 

    Un napoletano, un siculo e un milanese sono in un bar a bere una birra

    insieme.

    Il napoletano beve la sua birra e all’improvviso lancia il

    bicchiere in aria, impugna una pistola e spara colpendo il bicchiere…

    Poi dice: ‘A Napoli i bicchieri costano così poco che non utilizziamo

    mai lo stesso bicchiere due volte!’

 

    Il siculo (ovviamente

    impressionato dell’azione dell’amico napoletano) beve la sua birra,

    lancia il suo bicchiere in aria, tira fuori la lupara, spara

    frammentando il bicchiere ancora in volo e dice: ‘a Palermo abbiamo

    così tanta sabbia per produrre vetro che non dobbiamo mai usare due

    volte lo stesso bicchiere’.

 

    Il milanese fa finta di niente, alza la

    sua birra e la beve con gusto, lancia il bicchiere in aria, impugna il

    fucile da caccia e spara al napoletano e al siculo. Poi uscendo dal bar

    dice al barista: ‘A Milano ghem inscì tanti terun, che bevum mai cun i

    stess!’

 

 

 

 

    Due amiche dopo aver convinto i mariti, riescono ad uscire a cena da

    sole per svagarsi un po’.

    Fra una chiacchera e l’altra e dopo due bottiglie di buon vino,lo

    champagne, i limoncelli e qualche amaro, si fa tardi e decidono di

    tornare a casa.

    Completamente ubriache escono dal ristorante e mentre camminano

    nella notte sentono l’impellente bisogno di fare pipi’, una dice:

    entriamo in quel cimitero, li’ non ci vedra’ nessuno.

    Cosi’ la prima si sfila le mutandine, fa una pisciata epocale e usa

    gli slip x asciugarsi, poi li butta, l’altra

    che porta biancheria intima firmata alla quale tiene molto, si sfila

    le mutandine le mette in tasca e stacca un nastro da una corona di

    fiori x asciugarsi.

    La mattina dopo il marito della prima telefona all’altro dicendo:

    Sono un uomo distrutto, mia moglie e’ tornata alle 5 di mattina,

    ubriaca fradicia e senza mutande, l’ho cacciata di casa.

    L’altro risponde: non dirlo a me, la mia e’ tornata ubriaca, senza

    mutande e con una coccarda rossa infilata nel culo con su scritto:

    Non ti dimenticheremo mai, Pino, Lucio, Antonio, Gino e tutti gli

    amici della palestra

 

 

    Chi saprebbe dirmi come si fa a mettere un buco in un altro buco?’

     chiede la maestra.

    Anna Paola unisce gli indici e i pollici delle mani tra di loro

    formando un anello  e poi li mette intorno alla bocca e dice: ‘Ecco,

    signora maestra, un buco in un altro buco.’

    ‘Bravissima Anna Paola!  Adesso chi saprebbe dirmi come si fa a

     mettere tre buchi in un buco?’

    Anna Paola alza nuovamente la mano per prima…

    ‘Dimmi Anna Paola.’

    ‘Stessa cosa, solo che adesso le dita coprono sia la bocca che le

    narici.

    Ecco, signora maestra. Tre buchi in un buco.’

    ‘E ancora bravissima Anna Paola!… Adesso chi saprebbe dirmi come

    si fa a mettere cinque buchi in un buco?’

    Anna Paola alza un’altra volta la mano.. ‘Stessa cosa, solo che le

    dita coprono bocca, narici ed occhi. Ecco, signora maestra, cinque

    buchi in un buco.’

    Pierino, che si sta incazzando perché Anna Paola risponde sempre e

    lui  no, dice: ‘Signora maestra voglio fare io una domanda! Come si

    fa a mettere 9 buchi in un buco???’

    Nessuno sa rispondere.   Persino Anna Paola se ne sta zitta…

    Allora la maestra dice: ‘Non sappiamo Pierino, diccelo tu…’

    E Pierino: ‘Mettiamo un flauto nel culo di Anna Paola’

 

 

    Dracula chiede a Dio: ‘Potrei essere reincarnato in un angelo bianco

 

    con ali e continuare a succhiare sangue?’Dio rispose: ‘No

    problem’ e lo trasformò in un assorbente.

 

 

    Un passerotto si lancia dal nido e, con i pochi rudimenti ricevuti

    dai genitori, comincia ad esplorare il mondo.

    Incontra un cane e gli chiede: ‘tu chi sei?’ ed il cane: ‘sono il

    cane lupo’. ‘Non può essere! Uno, o è cane o è lupo’ ed il cane con

    tanta pazienza gli spiega ‘mia mamma era una lupa, mio papà un cane,

    hanno fatto sesso e sono nato io, il cane lupo’

    Il passerotto si reca perplesso presso un ruscello per bere e qui

    vede un pesce ‘e tu chi sei?’

    ed il pesce ‘sono la trota salmonata’ ‘non è possibile, uno, o è

    trota o salmone’

    e la trota: ‘mia mamma era trota, papà salmone, hanno fatto sesso e

    sono nata io’ una trota solmonata.

    L’uccellino perplesso si gira e vede un insetto ‘e tu chi sei?’ e

    l’insetto: ‘sono la zanzara tigre……….’

    e il passerotto: ‘ Ma vaffanculo………’

 

 

    Una donna di mezza età entra in ospedale per un banale intervento,

    ma  sotto anestesia vive una strana esperienza… vede Dio che le tende

    la mano… “E’ arrivata la mia ora?” chiede lei.

    “No di certo – risponde Dio – ti rimangono 23 anni, 22 giorni e 5

    ore di vita”.

    Dopo l’intervento la donna decide di rimanere in ospedale e si fa fare:

    liposuzione su addome e cosce, lifting, seno nuovo, collagene nel

    labbro superiore, protesi per rialzare i glutei e si fa anche segare

    due costole per avere la vita più sottile…

    Esce finalmente dall’ospedale, inguainata in un meraviglioso abitino

    Tom Ford per Gucci e tacchi 12… assolutamente splendida e pronta

    per una nuova

    vita ancora lunga.

    Attraversa la strada e… viene tirata sotto da un tir!

    Si ritrova davanti a Dio:

    “Scusa, ma non mi avevi detto che avevo ancora oltre 20 anni di vita?”.

    E che cazzo!… non ti avevo riconosciuta”

 

 

    Dumà per quei che capisen el milanes:

 

    Anni ’60, in una balera dell’ Urtiga, l’urchestra la sona una Beguine.

    Un giuinott se avisina ad una tusa:

    – Signurina…la faa un ball ?

    – Se! Subet!

    Dopu un mument, per tacaa button:

    – Signorina, ghe piasen i lenti?

    – No! Preferisi i burlott!

    – Ma no, intendevi i ball!

    – Alura preferisi l’usell!

 

 

    Una vecchietta che avrà minimo un ottantina d’anni, ma bella arzilla,

    entra in una farmacia di Venezia e domanda al farmacista:

    – Gav’è voi altri l’aspirina?

    – Si, certo che l’abbiamo

 

    – E gav’è i antidoloriferi?

    – Abbiamo anche quelli signora

 

    – El Viagra? Gav’è il viagra?

    – Si, però li ci vuole la ricetta del dottore!

 

    – E gav’è par caso e medicine par i reumatismi?

    – Li abbiamo!

 

    – Oh…. el me diga…. il gel par le emorroidi, ghe xè?

    -C’è, c’è….

 

    – E la purga par andar de corpo?

    – Ma certo!

 

    – I antidepressivi?

    – Per quelli ci vuole la ricetta!

 

    – I soniferi?

    – Abbiamo sia quelli con ricetta che senza!

 

    – E le gocce, par aumentar a memoria?

    – Si ci sono anche quelle!

 

    – I pannolini par l’incontinenza?

    – Ma lei scherza, signora? Certo che ci sono!

 

    – E gav’è…..

 

 

    A questo punto il farmacista perde la pazienza e dice:

 

    – Signora, mi stia a sentire, lei è entrata nella migliore farmacia di

    Venezia, noi abbiamo tutto, ma proprio tutto! Adesso mi vuole dire

    cosa le serve davvero?

 

    – El vede, sabato prosimo me sposo col Bepi, che el ga 95anni!

     Volevo saver se posso far qua a lista de nozze!

 

 

    Si dice in giro che chi ha gli occhi azzurri è perchè ha la testa piena

    d’acqua…………

    Pensa a chi li ha marroni…

 

    ******************************

    **

    Lui: ‘Amore, ho una barzelletta che ti farà cadere le tette dal

    ridere…’

    Poi la guarda nuda e dice: ‘No…forse te l’ho già raccontata…

 

    ********************************

    Reception di un hotel. Un tipo urta il seno di una signora .

    Lui: ‘Se ha il cuore morbido come il seno saprà perdonarmi’

    ‘Lei: ‘Se ha l’uccello duro come il gomito, stanza 241.’

 

    ********************************

    Se ti capita di andare in giro per la città in bici e ti accorgi di

    sentirti

    felice e appagato, guarda bene.. forse hai dimenticato il sellino…

 

    ********************************

    Una ragazza va da un prete per parlargli: ‘Padre, io ho comprato due

    pappagalline.

    Volevo insegnargli a parlare, ma loro dicono solo una frase!’.

    ‘E cosa dicono? ‘ ‘Ciao, siamo due prostitute! Vuoi divertirti un

    po’?’.

    ‘Accidenti… Che scandalo! Fai cosi: ‘Io ho due pappagalli maschi a

    cui

    ho insegnato invece a pregare e leggere la bibbia! Li mettiamo

    vicini cosi

    imiei lo insegneranno alle tue!’.

    ‘Oh grazie, grazie infinite!’.

    La ragazza porta le pappagalle, le mette vicino a quelli del prete che

    stavano dicendo il rosario. Le due iniziano: ‘Ciao, siamo due

    prostitute!

    Volete divertirvi un po’?’.

    E un pappagallo all’altro: ‘Metti via la bibbia Frank! Le nostre

    preghiere

    sono state esaudite!’

 

    ********************************

    Aforisma del giorno:

    ‘Ricordati che l’uomo è fatto di polvere …’ (Gesù Cristo)

    ‘… e più polvere c’è, … più l’uomo è fatto’ (Lapo Elkann)

 

    ******************************

    Hai sentito? Il nostro capo è morto.

    – Si.

    – E’ tutto il tempo che mi sto chiedendo chi sia morto con lui.

    – Come sarebbe … ‘con lui’?

    – Ma sì, ho visto che c’era scritto:

    ‘…con lui muore uno dei nostri più instancabili lavoratori ..’

 

    ***************************************

    Un impresario a un altro:

    – Come mai i tuoi impiegati arrivano sempre così puntuali?

    – Facile, 30 impiegati e solo 20 posti auto

 

    **************************************

    – Noi cerchiamo un uomo che non ha paura di nessun lavoro e che non

    si dà

    mai malato…

    – Bene, mi assuma, che vi aiuto a cercarlo

 

    ****************************************

    – Rossi, lo so che il suo stipendio non è sufficiente per potersi

    sposare,

    ma un giorno me ne sarà riconoscente.

 

    ****************************************

    – Capo, posso uscire due ore prima oggi? Mia moglie vuole andare per

    negozi con me’

    – Non se ne parla nemmeno!

    – Grazie capo, lo sapevo che non mi avrebbe lasciato nei casini……..

 

    ****************************************

    Un bagnino sulla spiaggia sta mangiando un super panino.

    Arriva un bambino albanese e gli dice:

    ‘sono 3 giorni che non mangio’

    E lui:’Bene, puoi far il bagno!’

 

    ***************************************

    Guerra epica tra greci e siculi. Il capo dei greci esorta i suoi:

    ‘Avanti figli di Troia!!’

    E il capo dei siculi risponde:

    ‘Amuninni figghi i bottana!’

 

    ***************************************

    Un elefante dice ad un cammello:

    ‘Come mai hai le tette sulla schiena?’

    E l’altro:’ma dimmi tu se me lo deve dire uno col cazzo sulla faccia!

 

    ***************************************

    Fra amiche.

    ‘Marisa, ma come hai fatto ad arrivare vergine al matrimonio?’

    ‘Culo, tanto culo!’

 

    ***************************************

    Un ragazzo invita una ragazza a casa sua. Dopo averla fatta

    accomodare le dice:

    ‘Vuoi del whisky?’

    E lei:

    ‘Beh, un dito’

    E lui:

    ‘Non vuoi prima il whisky?’

 

    ***************************************

    Un bambino chiede alla zia:

    ‘Zia, zia, perché non hai bambini?’

    E lei:

    ‘Perché la cicogna non me li ha portati’

    ‘Cambiare uccello no?’

 

 

    La sciura Rosina mentre lava i panni alla fontana chiede all’amica:

    “Ti t’e’ mai pruà’ l’urgasm?”

    E la Mariuccia risponde:

    “No, mi me son semper truada insci ben col dash!”

barzelletteultima modifica: 2009-06-19T14:06:19+02:00da insubreman
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento